skip to Main Content
Intervista Di Fine Anno | Presidente Vincenzo Picchi: “Tanta Voglia Di Ricominciare, Ma La Salute Viene Prima Di Ogni Cosa. Per Il 2021 Mi Auguro Il Salto Di Categoria”

Giunti alla fine di un anno difficile, è tempo non solo di auguri, ma anche di bilanci. Di seguito vi proponiamo le parole del Presidente Vincenzo Picchi sul lavoro svolto e sulle prospettive future della Società.

 

Quale è stato il momento più delicato di questa annata? E quale il più bello?

Il momento più brutto è stato quando abbiamo perso in casa contro il Telgate perchè ci siamo giocati il campionato. Ricordo che fu una perdita stregata.

Il momento più bello, invece, è stato quando abbiamo ripreso a giocare. Dopo un lungo stop è stato bello ricominciare, ma purtroppo è durato poco.

 

A due anni dalla rinascita del Lumezzane, a che punto è il progetto calcistico rossoblù?

Sinceramente pensavo di essere un pochino più avanti, ma vincere è sempre difficile. La doppia interruzione delle attività, inoltre, ha influito negativamente sul percorso di crescita che dal 2018 stiamo portando avanti con tanta passione. Tutto ciò che avevamo programmato è stato interrotto, ma gli obiettivi restano gli stessi. In cima a ogni cosa c’è la volontà di creare una struttura importante che possa durare nel tempo perché soltanto così potremo dare continuità al progetto sportivo e calcistico rossoblù.

 

Quest’estate la Società ha deciso di dare nuova energia all’ambiente inserendo importanti figure sportive, tecniche e dirigenziali. Come sta affrontando la Società questo cambiamento?

Il cambiamento non è stato facile, ma come detto prima, il Lumezzane vuole crescere e strutturarsi come una squadra professionistica. Il passo è importante e l’impegno è notevole perché occorre ripensare al modo di pensare e lavorare. Tutti i collaboratori della Società si stanno impegnando molto per raggiungere gli obiettivi prefissati e di questo sono contento. Il percorso è ancora lungo, ma sono sicuro che l’impegno non mancherà mai. Anzi, mi auguro che possa anche aumentare per riportare il Lumezzane dove merita.

 

I riflettori sono puntati sulla “Prima Squadra” maschile, ma il Lumezzane vanta anche un settore giovanile di qualità e un settore femminile in costante crescita. Come valuta il lavoro svolto finora?

La Società è impegnata a far crescere il settore giovanile sin da quando abbiamo deciso di far rinascere il Lumezzane. Il nostro obiettivo primario non è sportivo, ma umano perché vogliamo crescere uomini e bravi cittadini prima che bravi atleti. C’è poi la speranza, quella sì, di crescere anche futuri calciatori che dal vivaio rossoblù possano un giorno esordire con la “Prima Squadra”. Se ciò accadesse sarebbe un grande orgoglio per il Lumezzane.

Per quanto riguarda il settore femminile, siamo molto contenti. Quest’anno abbiamo impostato una squadra ambiziosa capace di competere contro tutte le proprie avversarie. La prima partita di campionato resterà sicuramente nella storia della nostra Società non tanto per la vittoria, sicuramente importante, ma soprattutto perché la “Prima Squadra” femminile ha esordito allo Stadio “Tullio Saleri”. Anche il settore giovanile sta crescendo bene con numeri importanti e questo ci rende orgogliosi. Vogliamo continuare sulla strada intrapresa e far sì che molte altre ragazze possano appassionarsi al calcio ed entrare a far parte del progetto rossoblù.

 

La luce in fondo al tunnel inizia a vedersi, ma sulla ripresa delle attività c’è ancora tanta incertezza. Qual è la sua opinione sulla ripresa? 

Ci piacerebbe riprendere subito, ma finchè non ci saranno sicurezze sanitarie è meglio non accelerare i tempi. La voglia di tornare alla normalità è tanta, ma prima di ogni altra cosa viene la salute. Lo dobbiamo a noi stessi, ai nostri tesserati, alle loro famiglie e a tutte le persone che ci stanno attorno.

 

Cosa augura per il 2021?

Vorrei che entrambe le “Prima Squadre” conquistassero il passaggio di categoria. Per quanto riguarda il settore giovanile, maschile e femminile, mi auguro che i giovani atleti rossoblù possano proseguire il loro percorso di crescita umana e che possano anche raggiungere qualche importante traguardo sportivo.

Back To Top