skip to Main Content
Settore Giovanile | Intervista A Giovanni Crescini (Allenatore Allievi Regionali 2005)

Prosegue il percorso all’interno del settore giovanile del Lumezzane per conoscere i nostri allenatori, parte fondamentale e integrante del progetto rossoblù. Stavolta abbiamo posto alcune domande a Giovanni Crescini, allenatore dei Giovanissimi Regionali 2005. Di seguito vi proponiamo l’intervista.

 

1) Com’è iniziato il tuo percorso nel calcio?

Ho iniziato a giocare all’età di dieci anni nella squadra del mio paese iscritta al campionato Csi. Poi ho continuato nell’AC Valtrompia debuttato in prima squadra all’età di 18 anni. Con il Valtrompia ho giocato per 13 stagioni a livello di prima categoria, promozione ed eccellenza.

 

2) Quando hai scelto di fare l’allenatore e perché?

Ho iniziato per caso. La stagione in cui decisi di appendere le scarpe al chiodo, la Società per la quale ero tesserato cercava un allenatore per la categoria esordienti e questo fu il mio inizio. Quando intrapresi questa avventura non credevo che il nuovo ruolo mi avrebbe appassionato a tal punto e invece da quel momento non più smesso arrivando ad allenare tutte le categorie dal settore giovanile alla prima squadra.

 

3) Cosa significa allenare a Lumezzane?

Per me è un motivo d’orgoglio immenso. Lumezzane ha una storia gloriosa ed è sempre stata un punto di riferimento per tutti gli appassionati di calcio bresciani. A tal proposito ringrazio il responsabile del settore giovanile Cristiano Sala per la fiducia e per avermi dato la possibilità di tornare ad allenare una squadra di giovani rossoblù.

 

4) Quali sono le caratteristiche della categoria “Allievi Regionali”?

Sicuramente la categoria allievi è tra le più complesse date le molte disparità a livello di maturazione fisica che si possono trovare in questa fascia di età perciò è necessaria una modulazione accurata dei carichi di lavoro. Inoltre, specialmente nel campionato regionale, le qualità tecniche e i ritmi di gioco sono elevati. Bisogna anche iniziare a dare il giusto peso ai risultati e alla classifica dato che sono presenti retrocessioni e promozioni.

 

5) Quali sono le caratteristiche, invece, della tua squadra?

Il gruppo dei 2005 ha dimostrato di avere qualità importanti ottenendo ottimi risultati la scorsa stagione e confermando il trend positivo nelle partite iniziali del nuovo campionato. C’è grande spirito di sacrificio e voglia di migliorare da parte di tutti i ragazzi. Questo rende più facile il compito di tutto lo staff tecnico che collabora con me.

 

6) Quali principi cerchi di trasmettere ai ragazzi?

I principi condivisi con la società, vale a dire il rispetto e l’educazione prima di tutto. Punto anche a infondere un forte senso di appartenenza, con l’intento di creare un solido spirito di gruppo.

 

7) Quali sono gli allenatori a cui ti ispiri?

Pensando agli allenatori che ho avuto direi Renato Damonti che è stato un mister del Lume. A livello professionistico, invece, mi piace molto Roberto De Zerbi.

 

8) Come stai comunicando con i tuoi ragazzi in questo periodo?

Ci teniamo in contatto nel gruppo Whatsapp e con qualche incontro online.

 

9) Quale messaggio vuoi mandare ai tuoi ragazzi?

Ai miei ragazzi, come ci ripetiamo a ogni inizio partita, dico di non mollare perchè presto torneremo a fare ciò che più amiamo.
Voglio ringraziare il mio staff per il grande lavoro svolto: Sandro Fausti (aiuto allenatore), Tobia Franco (prep. atletico), Stefano Maragna (prep. portieri) e Damiano Urbani (dirigente accompagnatore).

Back To Top