skip to Main Content
Ancora Tre Punti: Lumezzane-Arconatese 2-1
Lumezzane 2
Arconatese 1
LUMEZZANE (4-3-1-2) Filigheddu; Regazzetti, Pogliano, Tomas, Parodi; Calì, Pesce, Antonelli; Spini (23’ st Sperti); Parravicini, Alessandro. (Pisoni, Rigo, Tognoni, Forte, Scanzi, Mauri, Squarzoni, Tortelli). Allenatore: Franzini.
ARCONATESE (3-5-2) Cordaro; Robbiati (40’ st Albini), Bianchi, Medici; Marcone (29’ st Chessa), Ientile (29’ st Fall), Vecchierelli (36’ st Silvestro), Ronzoni, Menegazzo; Ferrandino, Silvano. (Colnago, Sacchini, Giovane, Ferla, Meda). Allenatore: Livieri.
ARBITRO Zoppi di Firenze.
RETI Pt 37’ Alessandro (r), st 1’ Spini, 10’ Ferrandino (r).
NOTE Spettatori circa 350. Ammoniti Bianchi, Pesce, Parravicini, Franzini (non dal campo), Robbiati. Espulso Alessandro al 16’ st. Espulso Albini al 44’ st per fallo da ultimo uomo. Angoli: 3-4. Recupero: 0’, 5’.
Sono tre punti pesantissimi quelli guadagnati dal Lumezzane nella sfida d’alta classifica con l’Arconatese. Prestazione impeccabile degli uomini di Franzini, capaci di andare in vantaggio di due gol e di resistere, per la maggior parte del tempo in dieci contro undici, al tentativo di rimonta degli ospiti.
Già dalle prime battute il Lumezzane dimostra di avere qualcosa in più. Prima Antonelli, poi Calì non riescono a sfruttare due ottime occasioni per sbloccare il risultato. Ma il gol, dopo un brivido per un tiro a fil di palo di Marcone, non tarda ad arrivare. Al 37′, su un calcio di rigore guadagnato da Parravicini, Alessandro trova la rete che gli mancava dalla gara sul campo della Varesina e porta in vantaggio i rossoblù.
All’alba della ripresa è Spini, con un destro sul secondo palo, a siglare il raddoppio del Lume. Sembra tutto indirizzato verso i tre punti, ma la partita cambia al 55′. Il direttore di gara Zoppi vede un fallo di mano molto dubbio e concede un rigore all’Arconatese tra lo stupore e la rabbia dei padroni di casa. Dal dischetto Ferrandino non sbaglia e riapre il match.
Passano cinque minuti e arriva un altro colpo di scena: rosso diretto per Alessandro colpevole, secondo il fischietto di Firenze, di aver pronunciato qualche parola di troppo nei suoi confronti. Da qui inizia tutta un’altra gara. Il Lume chiude tutte le porte e non permette agli avversari di rendersi pericolosi, dimostrando ancora una volta che segnare alla difesa rossoblù è veramente difficile. Isolato in attacco per l’espulsione di Alessandro e per l’uscita dal campo di Spini, Parravicini tiene tantissimi palloni e gioca una grandissima partita di sacrificio. È grazie ad una sua eccellente giocata che, all’89’, viene ristabilita la parità numerica. Il numero 25 riceve palla, si gira e manda in porta Calì, steso da Albini, costretto al fallo ed espulso quattro minuti dopo il suo ingresso in campo. Nel finale ci vuole un grande Filigheddu per evitare il pareggio, bravissimo nel respingere un insidioso tiro sul primo palo. È l’ultimo brivido di una partita infinita che permette al Tullio Saleri di lasciarsi andare in un urlo di gioia liberatorio per la vittoria del Lumezzane.
Gli uomini di  Franzini, grazie al successo odierno, confermano la leadership della classifica guadagnando un punto sulla prima inseguitrice, che ora è l’Alcione Milano.
Back To Top